Richiedi qualsiasi informazione
Contattaci

Ad ogni #MICROMOMENTO la sua azione!

Oggi il processo di ricerca e prenotazione è caratterizzato da “micro-momenti”: momenti in cui si decide di partire, si cominciano a fare dei piani, si acquista e infine si parte.

Diventa fondamentale per l’albergatore attuare “azioni” mirate per ogni singolo momento.

Nella giuda pratica: How Micro-Moments Are Reshaping the Travel Customer Journey, Google analizza queste 4 fasi e vi fornisce dei consigli pratici per riuscire a catalizzare l’attenzione degli utenti travel in tutti le fasi del processo.

FASE 1: È IL MOMENTO DI SOGNARE
Avete presente quando vi rendete conto che avete proprio bisogno di una vacanza? Questa è la prima fase del processo, quella in cui non si sa né dove né come andare, si sa solo che c’è bisogno di partire.

In questa fase il viaggiatore non ha scelto ancora né la destinazione, né la compagnia aerea e l’ hotel. In questa fase l’utente visita una gran quantità di diversi siti, dalle guide di viaggio, alle OTA, ai siti di recensioni.

Per intercettare gli utenti in questa fase dovete essere di ispirazione, soprattutto con contenuti visuali attraenti. Se ad esempio avete dei video legati alla destinazione ottimizzati su YouTube, avete maggiori possibilità di essere notati. 3 utenti su 5 dicono di guardare video per restringere il campo della loro scelta e il 65% delle persone cerca video online in base alla destinazione.

Ma potete anche sbizzarrirvi nella creazione di contenuti testuali, magari con un blog!

FASE 2: È IL MOMENTO DI FARE UN PIANO
Una volta scelta la meta, non resta che pianificare i dettagli. L’utente si mette a cercare, comparare, leggere recensioni.

Questa è una fase cruciale per l’hotel. Prendetevi cura del posizionamento sui motori di ricerca e anche delle campagne Adwords, in modo da essere presenti sia sui risultati organici che su quelli a pagamento.
Da valutare anche una campagna Google Hotel Ads, per essere più visibili anche sulle mappe con un link che porta direttamente al booking engine.

FASE 3: È IL MOMENTO DI PRENOTARE
Arriviamo ora al momento dell’acquisto. Dovete sapere che il 94% degli utenti, anche in questa fase, passa dal computer allo smartphone con grande facilità. È il momento in cui l’utente cerca il vostro hotel per nome, per decidere una volta per tutte se e come prenotare, trovare sconti e assicurarsi la miglior tariffa.

In questa fase gli utenti hanno paura di non trovare il miglior prezzo online. Per questo le persone vengono più e più volte sul sito in diversi momenti del giorno, controllano i portali e i metamotori.

Dovete dimostrare all’utente che avete il miglior prezzo disponibile e che le migliori condizioni sono solo sul vostro sito ufficiale.  È fondamentale quindi avere un sito mobile-friendly, molto veloce e che soprattutto permetta di fare ogni cosa in pochi clic.

FASE 4: È IL MOMENTO DI VIVERE IL VIAGGIO
La maggior parte degli utenti travel decide cosa fare in vacanza solo una volta che è a destinazione. Non lasciate il cliente a sé stesso, ma fornitegli ciò di cui ha bisogno: assistenza anche durante la fase dell’esperienza

Ricordate che avete una posizione di vantaggio, perché una volta arrivato in hotel, né Google, né Booking, né nessun altro può frapporsi tra voi e l’ospite. in questo momento che nascono tante recensioni lasciate dagli utenti e la voglia di tornare in futuro:

Attivate tutte quelle che sono le vostre pratiche di fidelizzazione dalle brochure, alla  newsletter con gli eventi e le info pratiche su mezzi pubblici, biglietti, ecc. Offrite anche la possibilità di organizzare escursioni e visite guidate. Il vostro obiettivo è rendere la loro vacanza davvero speciale.

Ricapitoliamo:

  1. scarica la guida
  2. fai una check list su tutto quello che google ti consiglia di fare
  3. se sei in linea con tutti i punti allora non hai nulla di cui preoccuparti. In caso contrario basta contattarci!

Leave a comment:

* required